Discarica – Corinaldo

DISCARICHE

Discarica di Corinaldo (AN)

Denominazione della commessa:
Ampliamento discarica per Rifiuti non pericolosi località San Vincenzo nel Comune di  CORINALDO (AN)  – Stralcio 1° lotto

Committente:
Unione dei Comuni di Misa-Nevola

Volumetria della discarica: 614.000 m3

Inizio delle attività:
23/09/2015 –  in corso di collaudo finale

L’importo dei lavori è pari a €. 4’075’014,93

E’ in corso una Perizia di Variante d’assestamento Finale per un importo pari a  €. 4’230’234,94.

recupero ambientale

INTERVENTO IN CORSO

IL PROGETTO DEFINITIVO DI PRIMO LOTTO AUTONOMO

Relativamente ai criteri costruttivi adottati nel Progetto definitivo per i lavori di ampliamento della discarica, viene garantita la protezione delle matrici ambientali con opere ed impianti in grado di soddisfare i requisiti tecnici prescritti dalla normativa.

in particolare, sono stati attentamente studiati e risolti adeguatamente:

  • il sistema di regimazione e recapito finale delle acque superficiali;
  • la barriera di confinamento dei rifiuti sul fondo e sulle pareti della discarica;
  • il sistema di drenaggio e di raccolta del percolato, con impianto di trattamento in loco;
  • il sistema di captazione e trasporto del gas biologico all’impianto di utilizzazione esistente;
  • il sistema di copertura superficiale finale della discarica;

Ciò premesso, nel seguito vengono evidenziati gli interventi principali relativi al primo lotto autonomo, dettagliati negli elaborati cartografici e negli elaborati tecnico-economici del progetto:

– Realizzazione del fosso Casalta secondo il nuovo tracciato esterno all’area dell’ampliamento con i relativi interventi a verde di rinaturalizzazione e ripristino del corridoio ecologico;

-Realizzazione della vasca di abbancamento dei rifiuti per una capacità al netto del capping definitivo e del materasso drenante di fondo di 614.000 m3 con durata di vita di circa 10 anni. La vasca si intende completa del pacchetto di impermeabilizzazione del fondo e delle pareti, del sistema di drenaggio e raccolta del percolato verso il serbatoio di stoccaggio;

-Realizzazione dell’argine di valle e dell’argine laterale lato est, in terre rinforzate monofacciali e bifacciali. La realizzazione dell’argine laterale lato est, comprende interventi di risanamento verso la discarica esistente;

– Realizzazione , con finalità di monitoraggio, di un sistema di drenaggio di sottotelo con relativi pozzetti di monitoraggio e impianto idraulico di smaltimento;

-Realizzazione del piazzale di servizio e della viabilità di accesso al nuovo serbatoio di stoccaggio del percolato ed adiacente impianto di trattamento;

-Realizzazione dei basamenti dei camini di captazione del biogas, per la loro elevazione fino alla copertura finale, in concomitanza con la crescita degli abbancamenti;

-Realizzazione della rete di regimazione delle acque meteoriche a difesa delle aree di abbancamento dei rifiuti;

-Recinzione perimetrale delle nuove aree;

-Realizzazione degli interventi a verde di ripristino ambientale dopo la realizzazione del capping definitivo del primo lotto autonomo;

Altre discariche ed interventi ambientali