Perchè l’impianto

PERCHE' L'IMPIANTO

Il perchè
del Progetto Valsamoggia

L’amianto è ancora molto presente sul territorio italiano. Nella sola Emilia Romagna secondo il Censimento amianto sugli edifici pubblici e industriali condotto da Legambiente con il CNR (scarica file Dossier Liberi dall’amianto) nel 2018 sono oltre 1.150 situazioni da bonificare.

In una recente dichiarazione, il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha dichiarato che in Italia ci sono ancora 32 milioni di tonnellate di amianto solo nelle scuole, oltre quello che si trova ancora in oltre 250 ospedali, 1.000 tra biblioteche e altri edifici pubblici e in un numero imprecisato di impianti sportivi. Senza contare l’amianto presente in molte abitazioni private e in alcune industrie.

Vi è quindi una necessità primaria di togliere dai luoghi pubblici e privati l’amianto ancora presente per evitare gravi problemi per la salute. Dal momento che, come riportato nel Piano amianto della Regione Emilia Romagna (scarica file Piano amianto ER), l’amianto conferito a impianti regionali è stato nel 2015 solamente 1/6 di quello effettivamente bonificato mentre il restante è stato inviato in fuori regione o all’estero, diventa importante realizzare nuovi siti di smaltimento interni alla regione al fine di garantire l’autosufficienza regionale e ridurre anche le emissioni dovute al trasporto degli stessi.

Un impianto gestito correttamente è una garanzia per l’ambiente e la salute, ed è un tassello fondamentale per la gestione legale dei rifiuti che altrimenti potrebbero finire nella mani della criminalità organizzata con ripercussioni molto gravi sull’ambiente.